Centro di Spiritualità Buon Pastore

Ogni comunità cristiana, in condivisione di fede, di vita e di opere, è chiamata a riconoscersi nelle caratteristiche fondamentali della Chiesa nascente

(At 2, 42-48 – 4, 32-35 – 1Pt 3, 8-13):

  • Ascolto della Parola
  • Unione fraterna
  • Frazione del Pane
  • Preghiera.

 La Comunità Buon Pastore è costituita da persone che vivono la risposta al dono della loro consacrazione battesimale e della chiamata del Signore in una particolare espressione di vita comunitaria e a servizio della Chiesa diocesana. Quest’ultima è avvertita dai suoi membri come il soggetto che dà identità ecclesiale alla Comunità stessa. La vita della Comunità ha come elementi fondanti l’Eucaristia, l’ascolto della Parola, la preghiera liturgica e personale, la vita comune. L’Eucaristia  “fonte e culmine di tutta la vita cristiana”, compendio e somma di tutta la nostra fede, è segno della presenza di Dio in mezzo agli uomini e della consegna del Corpo del Signore a noi. Per questo essa è il momento comunitario privilegiato che plasma nella fede nella nostra vita fraterna. La lectio divina, personale ogni giorno e comunitaria il sabato sera, è messa al centro del percorso comune e, con modi determinati, ha l’intento di lasciare alla Parola di Dio quel primato che consente l’effettivo incontro tra la fede professata e la storia vissuta. La preghiera – liturgica nel canto di Lodi e Vespro - ritma la giornata inserendo la voce singola e la voce della Comunità nel canto della Chiesa e dell’intera creazione. La preghiera ha anche ulteriori momenti di espressione comunitaria e personali, che alimentano la vita di fede e di carità. La vita comune è la condizione all’interno della quale coltivare la spiritualità di comunione per essere fedeli al disegno di Dio e per rispondere alle attese profonde del mondo (cfr NMI 43).

 

La Comunità risponde a un mandato dl Vescovo, con un particolare impegno nella Chiesa diocesana che si articola e concretizza:

  • nell’adesione ai Progetti pastorali diocesani;
  • nella impostazione di una vita comunitaria con alcuni “segni” ordinari offerti alla Comunità diocesana, quali l’Eucaristia, la lectio divina, la preghiera, la “lettura evangelica” delle povertà;
  • nella collaborazione con la Caritas per la formazione e l’esercizio del volontariato rivolto ai giovani e agli adulti, offrendo occasioni di impegno concreto;
  • nel sostegno di momenti di aggregazione di comunità cattoliche straniere presenti in Diocesi;
  • nella disponibilità personale e comunitaria a compiti diocesani su richiesta del Vescovo.

 

In rapporto alla vita comune e alle sue forme la Comunità del Buon Pastore

  • per alcuni è luogo definitivo della propria vocazione
  • per altri è luogo intermedio, cioè luogo dove trovare le condizioni per maturare scelte di vita;
  • favorisce l’accoglienza a tempo determinato con precisi itinerari formativi
  • offre la possibilità degli Esercizi spirituali della carità, di giornate di ritiro individuale e di revisione di vita con l’accompagnamento di un membro della Comunità

Centro di Spiritualità “Buon Pastore” in intesa con la Caritas diocesana offre alcuni “segni” per coltivare la spiritualità di comunione, per essere fedeli al disegno di Dio, per rispondere alle attese di chi opera in Caritas e – per rispondere al mandato del Vescovo – aderisce al Progetto pastorale diocesano. Tutto questo prevede momenti “forti” di preghiera, di riflessione, di lettura evangelica delle povertà per poter avere occasioni concrete di esercizio della carità.Le proposte sono rivolta agli operatori, ai volontari, a tutti coloro che in qualche modo si accostano al mondo Caritas e che vogliono percorrere – insieme – un tratto del cammino.


GIORNATA DI SPIRITUALITA’ – 3° GIOVEDI’ DEL MESE – ORE 9-12.

Ad un primo momento di preghiera, segue una riflessione su un’icona biblica sul  tema della prossimità e su testimonianze concretizzate nella realtà delle nostre comunità e dei Centri di ascolto.

SABATO – ORE 21-22 – Cappella della Comunità

Lectio divina sull’evangelo della domenica, con l’intento di lasciare alla Parola di Dio quel primato che  consente l’effettivo incontro tra la fede professata e la fede vissuta. In Avvento e Quaresima la lectio viene fatta nel Monastero delle Sorelle povere clarisse.

 

GIOVEDI’ – ORE 18-19 – Cappella della Comunità

Adorazione, seguita dal canto del Vespro. Adorare l’Eucaristia – segno della presenza di Dio in mezzo agli uomini -  plasma nella fede il nostro camminare insieme.

 

TUTTE LE SERE – ORE 19 – Cappella della Comunità

Canto del Vespro, che inserisce la voce singola e la voce della Comunità nel canto della Chiesa e dell’intera creazione.

 

PROPOSTE ESTIVE 2017

Dal 18 al 20 luglio ritorna – a Montevecchio – il nostro fratello e amico Ludwig Monti della Comunità di Bose, per aiutarci a riflettere sul Libro dei Salmi. Poniamo le nostre proposte nel solco di un cammino di conversione e di fraternità, sotto lo sguardo amorevole del Signore Gesù.


PROGRAMMA:

Ore 8.30 Lodi e Eucaristia

Ore 10.00 Prima lezione
Ore 12.00 Angelus

Ore 12.30 Pranzo (è obbligatoria la prenotazione 0543 - 32276/ 349 3644097)

ore 15.00 Seconda lezione
Ore 17.00 Vespri

Modalità di partecipazione

Quota d'iscrizione (3 gg)  20 euro

Vitto e Alloggio (al giorno) 35 euro

Solo pranzo e relatore 20 euro


CONTATTI
Indirizzo: Via Paradiso 33 - 47121 Forlì
Telefono: 0543-32276 
Fax: 0543 39379
Email: pastore@caritas-forli.it