Costruire Comunità accoglienti

Dalla domanda su come costruire comunità in una prospettiva missionaria, don Erio ci invita a considerare innanzitutto cosa è una comunità a partire del livello a cui ci riferiamo: a) il parroco con i suoi più stretti collaboratori; b) la comunità che si riunisce attorno l’eucarestia; c) l’insieme dei battezzati; d) la totalità della società civile che vive in un dato territorio . Da questi presupposti si definisce il tipo di appartenenza.

Occorre giustamente considerare la comunità in termini di processo, come insieme di discepoli in cammino e quindi secondo una appartenenza dinamica. La comunità si costruisce pertanto in una prospettiva necessariamente missionaria, per una pratica cristiana dove non ci sono ghetti né isole. 


Consigliamo  l'ascolto e la visione del video dell'intervento di  Mons. Erio Castellucci, in occasione dell'incontro: "Costruire comunità accoglienti. Quale contributo dei fidei donum e operatori pastorali stranieri?" tenutasi Martedì 16 maggio 2017 presso il Seminario diocesano di Imola (Via Montericco 5)  l’Incontro, di formazione specifica, è stato proposto dal Coordinamento regionale dei centri missionari dell’Emilia Romagna, dal centro regionale migrantes, e dalla Delegazione Caritas Emilia Romagna.